AVVISO

TUTTE LE INFORMAZIONI RELATIVE AGLI AVVISI PUBBLICI DI SELEZIONE PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIE FINALIZZATE ALL'ASSUNZIONE DI PERSONALE CON CONTRATTO DI LAVORO SUBORDINATO A TEMPO DETERMINATO PRESSO INNOVAPUGLIA SPA  (pubblicati in data 20 settembre 2017) SONO DISPONIBILI A QUESTO LINK

« Indietro

CERVED: RAPPORTO REGIONALE PMI 2020

Confindustria e Cerved, con la collaborazione di SRM - Studi e Ricerche per il Mezzogiorno, hanno pubblicato il Rapporto Regionale PMI 2020 che analizza lo stato di salute economico-finanziaria e le prospettive delle 156 mila società italiane che - impiegando tra 10 e 249 addetti e con un giro d'affari compreso tra 2 e 50 milioni di euro - rientrano nella definizione europea di piccola e media impresa.

Obiettivo del rapporto è conoscere meglio la realtà produttiva delle piccole e delle medie imprese italiane, nell'insieme e nelle sue articolazioni territoriali, analizzando da un punto di vista quantitativo e qualitativo i fenomeni economici e proponendo l'adozione di policy mirate ed efficaci.

Il volume si presenta con una struttura diversa rispetto a quella utilizzata negli anni passati.  Non c'è più la ripartizione tra Mezzogiorno e Centro-Nord, ma un confronto di tutte le macroaree (Nord-Est, Nord-Ovest, Centro e Mezzogiorno) e delle 20 regioni amministrative. Inoltre, a partire dalla specializzazione settoriale delle regioni italiane, si valuta l'impatto economico della pandemia sulle PMI italiane. La Monografia conclusiva, infine, è dedicata al tema della riconversione produttiva in chiave di sostenibilità ambientale e sociale.

L'analisi è accompagnata da una serie di valutazioni relative ai criteri di allocazione delle risorse. Le proposte di policy, contenute nell'ultima parte del Rapporto infine, hanno un focus privilegiato, seppure non esclusivo, sulle PMI, nella consapevolezza che esse rappresentano una base privilegiata per la sperimentazione di alcune politiche di incentivazione.

Per quanto riguarda l'impatto del Covid-19 sui sistemi territoriali di PMI, in particolare, il rapporto segnala che, se pur dipendente fortemente dalla specializzazione settoriale, la previsione è di cali importanti in tutta la Penisola, con effetti negativi leggermente più contenuti nelle regioni del Mezzogiorno, che beneficiano della maggiore presenza di imprese in settori anticiclici e in settori essenziali, che non hanno dovuto chiudere la propria attività durante la fase di lockdown. Il fatturato è previsto nel 2020 in calo dell'11,5% per le PMI del Sud e delle Isole (16,3% nello scenario pessimistico di un nuovo lockdown in autunno), del 13% nel Centro (16,7%) e nel Nord-Ovest (16,9%), del 13,2% nel Nord-Est (17,4%). ripresa solida.

Le analisi regionali confermano che l'emergenza sanitaria potrebbe produrre effetti maggiori sui conti economici delle PMI che operano nel Nord, ma lasciare ferite più profonde nel Mezzogiorno, in termini di struttura finanziaria e di capacità di rimanere sul mercato.

Nel Mezzogiorno è possibile identificare un gruppo di regioni con gli impatti previsti minori sui ricavi: Molise, Abruzzo, Sicilia e Campania, regioni con effetti più ridotti anche sulla redditività lorda (con l'eccezione della Campania). Il Molise e la Sicilia si caratterizzeranno per una bassa leva post-Covid, ma un numero elevato di PMI a rischio default; la quota risulterà elevata anche in Abruzzo, dove la leva risulterà più elevata. Tra le regioni meridionali, la Campania si caratterizza per una redditività più elevata e una quota minore di PMI rischiose. Tra le altre regioni, la Sardegna risulta - insieme al Lazio - quella con la situazione più difficile post-Covid: gli impatti sui ricavi e sulla redditività saranno tra i più alti, così come la quota di PMI a rischio di insolvenza. In Calabria, sono attesi impatti contenuti sulla redditività, che resterà alta, rimandendo la peggiore in termini di rischio di insolvenza; una situazione simile a quella della Basilicata, che però ha una quota di PMI rischiose più bassa. In Puglia è previsto un forte aumento del leverage, nonostante impatti sui ricavi sostanzialmente in media.

"Siamo di fronte ad una straordinaria opportunità non solo di rilanciare l'economia del Paese, ma anche di avviare quei profondi cambiamenti strutturali di cui l'Italia ha ormai bisogno da un ventennio - conclude l'exetcutive summary del Rapporto -  nel cambiamento le PMI del Mezzogiorno e del Centro-Nord possono svolgere un ruolo determinante, se sapranno affrontare con decisione le loro rilevanti criticità e potranno contare su un'efficace politica di interventi da attivare già nell'immediato e da completare con impegno e responsabilità nel medio e nel lungo termine."
 
Per gli approfondimenti scarica il Rapporto Regionale PMI 2020
 
Valenzano, 2 settembre 2020
 
.

 


 

Tutte le notizie

Il portale di InnovaPuglia offre un quadro sull'innovazione ICT (Information Communication Technology) in Puglia. Per rimanere sempre aggiornati è possibile iscriversi  al portale e al servizio di distribuzione della newsletter e ricevere, direttamente sul proprio desktop, informazioni su servizi, linee guida, normative, gare, ed eventi. Buona navigazione. La Redazione

Calendario eventi

WIRED DIGITAL DAY 2020




Piano industriale 2015 - 2017

Archivio Newsletter e news

InnovaPugliaNews è la newsletter informativa a cura del Servizio Comunicazione di InnovaPuglia. Per ricevere la Newsletter direttamente sul tuo desktop è necessario iscriversi al portale. Se non sei già un utente registrato clicca qui. Per ricercare un numero precedente della newsletter o una notizia in particolare accedi alla pagina di archivio.

 Ricerca in tutto il portale 

Foto Video Slide