AVVISO

TUTTE LE INFORMAZIONI RELATIVE AGLI AVVISI PUBBLICI DI SELEZIONE PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIE FINALIZZATE ALL'ASSUNZIONE DI PERSONALE CON CONTRATTO DI LAVORO SUBORDINATO A TEMPO DETERMINATO PRESSO INNOVAPUGLIA SPA  (pubblicati in data 20 settembre 2017) SONO DISPONIBILI A QUESTO LINK

« Indietro

COLAO A "IT ITALIAN TECH"

 

Nasce il nuovo quotidiano di la Repubblica interamente dedicato all'innovazione tecnologica ed è affidato a Riccardo Luna

È stato lanciato ieri il nuovo quotidiano on line del Gruppo Gedi la Repubblica, Italian.tech  dedicato all'innovazione digitale e affidato a Riccardo Luna.

"Per la prima volta abbiamo i fondi per rinnovare profondamente la PA. È un lavoro enorme, ma avremo un gruppo di quasi 300 persone, tecnici digitali che aiuteranno i Comuni nella trasformazione digitale. È un enorme progetto di cambiamento, e gli amministratori locali si adegueranno, daremo loro una chance e prevederemo sanzioni per chi non si adegua".

Questa l'affermazione importante del Ministro per l'innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, nella lunga conversazione con il direttore di Italian.tech Riccardo Luna e con Maurizio Molinari, direttore di Repubblica che ha spaziato tra tutti i temi dell'innovazione digitale, dalla digitalizzazione della Pa e la semplificazione ai problemi della sicurezza, dallo smart working e la scuola a distanza ai bitcoin.

Importanti le affermazioni del Ministro sull'innovazione della Pa.

"Abbiamo deciso di creare un cloud unico per la PA con giurisdizione italiana, il Polo Strategico Nazionale, con l'accesso alle migliori tecnologie internazionali, perché sappiamo tutti che le migliori tecnologie non sono italiane." Ha continuato il ministro "Entro fine giugno cominceremo la valutazione e nel 2022 la struttura sarà operativa". 

Dunque tra i primi passi per la modernizzazione del Paese c'è la riduzione e la razionalizzazione degli oltre 11 mila data center utilizzati dalla Pubblica Amministrazione, non tutti molto sicuri. 

"Il Cloud unico rientra in un grande processo di semplificazione per rendere il Paese più facile per imprese e i cittadini." È sempre il ministro ad affermarlo e a spiegare come si fa a rendere l'Italia più semplice. "La filosofia del PNRR è avere il governo, i privati, e i grandi provider internazionali al lavoro insieme e superare la cultura formalistica fatta di controlli ex ante anziché ex post."

L'idea è dare più soldi a polizia e carabinieri per controllare chi sgarra e accelerare i processi decisionali, nella giustizia, ma pure nell'attività del governo, che, per ammissione dello stesso ministro, non è al passo con le trasformazioni digitali.

Il PNNR è un'opportunità unica: quasi 50 miliardi di euro per disegnare l'Italia digitale, di cui 6,7 miliardi per la connettività e 6,7 miliardi per i Comuni. "Non siamo messi male come sembrerebbe dal Desi", dice Colao. Il Digital Economy And Society Index (DESI) vede l'Italia quartultima in Europa, ma il ministro punta in alto, e per la fine del suo mandato vorrebbe il nostro Paese nel  gruppo dei primi dieci.

L'intervista si è conclusa con la consegna da parte del direttore Riccardo Luna di una copia digitale della prima homepage di italian.tech registrata con NFT (Non Fungible Token). La prima homepage unica e irripetibile, come fosse un'opera d'arte digitale.

"Ecco un'applicazione buona della blockchain", ha commentato Colao. 

Vai a italian.tech

Valenzano, 26 maggio 2021

 

 


 

Tutte le notizie

Il portale di InnovaPuglia offre un quadro sull'innovazione ICT (Information Communication Technology) in Puglia. Per rimanere sempre aggiornati è possibile iscriversi  al portale e al servizio di distribuzione della newsletter e ricevere, direttamente sul proprio desktop, informazioni su servizi, linee guida, normative, gare, ed eventi. Buona navigazione. La Redazione

Calendario eventi

WIRED DIGITAL DAY 2020




Piano industriale 2015 - 2017

Archivio Newsletter e news

InnovaPugliaNews è la newsletter informativa a cura del Servizio Comunicazione di InnovaPuglia. Per ricevere la Newsletter direttamente sul tuo desktop è necessario iscriversi al portale. Se non sei già un utente registrato clicca qui. Per ricercare un numero precedente della newsletter o una notizia in particolare accedi alla pagina di archivio.

 Ricerca in tutto il portale 

Foto Video Slide