AVVISO

TUTTE LE INFORMAZIONI RELATIVE AGLI AVVISI PUBBLICI DI SELEZIONE PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIE FINALIZZATE ALL'ASSUNZIONE DI PERSONALE CON CONTRATTO DI LAVORO SUBORDINATO A TEMPO DETERMINATO PRESSO INNOVAPUGLIA SPA  (pubblicati in data 20 settembre 2017) SONO DISPONIBILI A QUESTO LINK

« Indietro

PRIVACY E DATA TRACING PER COMBATTERE IL CORONAVIRUS

 

 

Il Ministero per l'Innovazione Tecnologica e la digitalizzazione comunica la nascita di un gruppo multidisciplinare di esperti per valutare e proporre soluzioni tecnologiche data-driven per la gestione dell'emergenza sanitaria, economica e sociale legata alla diffusione del virus SARS-CoV-2.

La task force istituita dal ministero in accordo con il Ministero della Salute è composta da un contingente multidisciplinare di 74 esperti che partecipano a titolo gratuito. Il compito di questo gruppo di lavoro è individuare e valutare soluzioni tecnologiche data driven per supportare il Governo e gli altri pubblici decisori nella definizione di politiche di contenimento del contagio da Covid-19.

L'uso delle tecnologie emergenti (data analytics, big data, intelligenza artificiale) può contribuire in modo significativo a contenere il numero di contagi e agevolare l'adozione tempestiva delle misure di distanziamento sociale indispensabili per arginare la diffusione del virus. Ma la raccolta e analisi di dati devono essere coniugati al rispetto delle normative sulla privacy per consentire alle istituzioni pubbliche di assumere le decisioni migliori, progettare le azioni più efficaci e fornire servizi sempre più rispondenti ai bisogni e alle necessità di cittadini e imprese.

La task force dovrà: fare una ricognizione delle diverse soluzioni tecnologiche data driven; studiare e analizzare, nel rispetto delle normative vigenti sulla privacy e la sicurezza, i dati provenienti da Pubbliche Amministrazioni e soggetti privati che riguardano l'emergenza epidemiologica da COVID-19.

In particolare, dovrà occuparsi delle problematiche connesse alla raccolta, conservazione ed elaborazione dei dati relativi all'emergenza in atto sotto il profilo giuridico, economico, sociale, sanitario e ambientale.

Allo scopo, la task force è organizzata in otto sottogruppi, che si occuperanno rispettivamente: del coordinamento dei lavori; della sistematizzazione della raccolta dati; di un focus sull'impatto economico e su quello social; degli aspetti legati alla teleassistenza medica; delle tecnologie digitali per la gestione e il governo dell'emergenza; dell'utilizzo di Big Data e AI a supporto dei decisori politici; della definizione dei profili giuridici per la gestione dei dati connessa all'emergenza.

Nel contempo, l'Unione Europea sembra essere orientata a un approccio paneuropeo che condivida principi ben definiti da applicare poi sulle diverse app declinate a livello nazionale.

È quello che emerge dalla lettera inviata alla Commissione Ue dall'EDPB, il Comitato Europeo sulla Protezione dati, con le linee guida per le app anti contagio (scarica qui la lettera in PDF).

Il Comitato appoggia il principio dell'adozione volontaria della app, già sostenuto dalla Commissione Ue, e dunque non è previsto l'obbligo di legge per l'adozione delle app di tracing. "La funzione principale di queste app - si legge nel documento - è scoprire eventi, contatti con persone positive, che sono soltanto probabili e per la maggior parte degli utenti non accadranno mai." 

Sarà compito delle autorità sanitarie identificare gli eventi da registrare e condividere, solo se assolutamente necessari ai fini della lotta al virus. Sull'archiviazione e conservazione di tali eventi la lettera non dà indicazioni prescrittive anche se l'EDPB sottolinea che la soluzione decentralizzata è più in linea con il principio di minimizzazione (l'idea che, salvo poche eccezioni, un titolare deve trattare solo i dati di cui ha realmente bisogno per raggiungere le finalità del trattamento ndr).

Infine, si raccomanda di garantire l'anonimato, tramite pseudonimi e l'utilizzo di codici identificativi mono uso, e di utilizzare per la gestione dei dati esseri umani, personale qualificato, e non affidarla ad algoritmi automatizzati. 

Ovviamente,  una volta superata la crisi sanitaria, l'EDPB auspica che l'intero sistema venga smantellato e che i dati raccolti vengano cancellati o resi anonimi.

Bari, 16 aprile 2020

 

 


 

Tutte le notizie

Il portale di InnovaPuglia offre un quadro sull'innovazione ICT (Information Communication Technology) in Puglia. Per rimanere sempre aggiornati è possibile iscriversi  al portale e al servizio di distribuzione della newsletter e ricevere, direttamente sul proprio desktop, informazioni su servizi, linee guida, normative, gare, ed eventi. Buona navigazione. La Redazione

Calendario eventi

WIRED DIGITAL DAY 2020




Piano industriale 2015 - 2017

Archivio Newsletter e news

InnovaPugliaNews è la newsletter informativa a cura del Servizio Comunicazione di InnovaPuglia. Per ricevere la Newsletter direttamente sul tuo desktop è necessario iscriversi al portale. Se non sei già un utente registrato clicca qui. Per ricercare un numero precedente della newsletter o una notizia in particolare accedi alla pagina di archivio.

 Ricerca in tutto il portale 

Foto Video Slide