AVVISO

TUTTE LE INFORMAZIONI RELATIVE AGLI AVVISI PUBBLICI DI SELEZIONE PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIE FINALIZZATE ALL'ASSUNZIONE DI PERSONALE CON CONTRATTO DI LAVORO SUBORDINATO A TEMPO DETERMINATO PRESSO INNOVAPUGLIA SPA  (pubblicati in data 20 settembre 2017) SONO DISPONIBILI A QUESTO LINK

« Indietro

SPECIALE FIERA 2019: EVENTI FORUM SANITÀ

 

 

Nella prima giornata del FORUM MEDITERRANEO DELLA SANITÀ 2019  tra i 10 incontri con centinaia di relatori divisi in due sessioni di lavoro, InnovaPuglia è stata protagonista di due eventi.

Nel pomeriggio, i soggetti aggregatori si sono confrontati tra loro sul tema della razionalizzazione della spesa sanitaria e degli acquisti di dispositivi medici e di servizi in ambito ICT in due tavole rotonde coordinate da Gianluca Postiglione, presidente del Comitato Guida dei Soggetti Aggregatori e da Alessandro Di Bello, direttore generale di InnovaPuglia, a cui è affidato SArPULIA, soggetto aggregatore della regione Puglia.

Al confronto hanno partecipato i soggetti aggregatori, le Centrali Regionali, i fornitori e le piccole e medie imprese, ognuno chiamato a descrivere le proprie criticità in un ambito che vede molti punti ancora da chiarire e da cambiare. L'esigenza di collaborazione è stata un punto sottolineato da tutte le realtà partecipanti al dibattito, tutti concordi nella necissità di diminuire gli sprechi, razionalizzare la spesa ed evitare errori nelle gare di assegnazione. Da più parti è stata anche auspicata una revisione del codice appalti per rendere più snello il rapporto fra fornitori e soggetti aggregatori e per iniziare una fattiva e reale collaborazione tra i due attori principali del processo di acquisto.

"L'Emilia Romagna è stata la prima regione a pensare a una centrale acquisti per la sanità – ha sottolineato Alessandra Boni, direttore generale di Intercent ER – siamo attivi dal 2005 e siamo diventati un modello. È chiaro che l'obiettivo per tutti è spendere meno e meglio, rimanendo in costante rapporto con le Regioni e in linea con le politiche sanitarie nazionali e regionali. Così come è eviente che  solo il dialogo continuo con le Aziende Sanitarie permette di intervenire se qualcosa non va".

Tutti d'accordo anche sul cogliere la sfida che vede crescere in maniera esponenziale la componente "servizi" quale parte essenziale e non più comprimibile dei processi di acquisto e sul lavorare per assumere il ruolo di governance degli acquisti connessi alla transizione digitale che il il Piano Triennale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione 2019 –2021 consegna ai Soggetti agggregatori.

In una sala adiacente si è discusso invece di  ricerca e innovazione dei device per migliorare la quotidianità delle persone con disabilità. I lavori sono stati coordinati da Marco Di Ciano, responsabile Servizio Ricerca e Innovazione di InnovaPuglia, insieme  a Ottavio Di Cillo, direttore Area E-Health AReSS Puglia.

Dall'oculistica alle malattie degenerative o neurodegenerative, dalla diagnostica avanzata alla medicina rigenerativa e alla neutroceutica, sono tutti ambiti nei quali i device aprono la strada a una nuova era hi-tech, in cui l'utilizzo di strumenti tecnologicamente avanzati  può integrare la prassi del processo clinico migliorandone le performance.

Marco Di Ciano ha raccontato le azioni di ricerca e i progetti di innovazione per la sanità in cui è coinvolta InnovaPuglia, tra cui i progetti InnoLabs e InnoNetwork che hanno proposto molteplici soluzioni innovative.

"Nel supporto all'azione della Regione nel ruolo di organismo intermedio, InnovaPuglia ha infatti finanziato negli anni una serie di progetti di ricerca industriale, innovazione, sviluppo sperimentale e ricerca collaborativa. - ha affermato Di Ciano.

Solo nelle ultime due misure "Innonets e Innolab" la componente di investimento privata su progetti di e-health, diagnostica avanzata, medical devices e mini invasività, si attesta intorno al 50% dell'investimento pubblico e per ogni euro speso dal Pubblico è stimolato un investimento privato di 50 cent. In valore assoluto parliamo di poco più di 6Ml€ di fondi pubblici a cui corrisponde un investimento privato di circa 3Ml€ (Tot. Spesa 10Ml€). Se all'ambito dell'E-Health aggiungiamo anche l'Ageing, la Medicina predittiva, la Bioinformatica, e la nutraceutica tutte aree della strategia nazionale di specializzazione intelligente la spesa pubblica si attesta intorno ai 24Ml€ a fronte di un investimento privato di poco più di 11Ml€.

"È chiaro che la spesa è solo una parte dell'osservazione - ha continuato Di Ciano - c'è la qualità dei risultati, c'è il TRL Technology Readiness Level, c'è la tipologia di partenariato e l'engagement degli utenti. Tutto questo contribuisce ad una strategia si specializzazione intelligente che la Regione aveva disegnato nel 2014 e che ha visto e vede nella sua fase di implementazione la partecipazione di una serie di soggetti, i Distretti tecnologici, i Laboratori pubblico privati, Distretti produttivi, il mondo accademico. La sfida ora è quella di trasferire questi investimenti in ricerca e innovazione verso soluzioni e prodotti di mercato e soprattutto che le sperimentazioni entrino nei processi reali. Questo è possibile favorendo lo sviluppo di soluzioni tecnologicamente qualificate, implementando un framework regolatorio su dispositivi medici e diagnosi in vitro per favorire i processi di standardizzazione, sostenendo le procedure di procurement innovativo".

"La Regione ha finanziato società che hanno sviluppato progetti di ricerca e innovazione – ha spiegato Di Cilloe oggi abbiamo fatto il punto sullo stato di avanzamento delle soluzioni prodotte. Le piattaforme sono di ottima qualità e fruibilità e le loro potenzialità in crescita e quindi il bilancio finora può considerarsi positivo, anche perché i test riportano una buona soddisfazione dei volontari coinvolti nelle sperimentazioni. A questo si accompagna il dato Interessante già riportato dal collega, cioè che per ogni euro investito dal pubblico, il privato ne aggiunge la metà, generando una sorta di competizione positiva che fa crescere la ricerca. Bilancio dunque più che positivo".

Valenzano, 19 settembre 2019

 

 


 

Tutte le notizie

Il portale di InnovaPuglia offre un quadro sull'innovazione ICT (Information Communication Technology) in Puglia. Per rimanere sempre aggiornati è possibile iscriversi  al portale e al servizio di distribuzione della newsletter e ricevere, direttamente sul proprio desktop, informazioni su servizi, linee guida, normative, gare, ed eventi. Buona navigazione. La Redazione

Calendario eventi

WIRED DIGITAL DAY 2020




Piano industriale 2015 - 2017

Archivio Newsletter e news

InnovaPugliaNews è la newsletter informativa a cura del Servizio Comunicazione di InnovaPuglia. Per ricevere la Newsletter direttamente sul tuo desktop è necessario iscriversi al portale. Se non sei già un utente registrato clicca qui. Per ricercare un numero precedente della newsletter o una notizia in particolare accedi alla pagina di archivio.

 Ricerca in tutto il portale 

Foto Video Slide