CLOUD PA QUALIFICAZIONE DEI SERVIZI

 

Cloud PA: parte il percorso di adozione della Strategia Cloud Italia

Entra nel vivo il percorso di adozione del cloud da parte delle amministrazioni italiane. Il 18 gennaio scorso l'Agenzia per la cybersicurezza nazionale ha predisposto, in collaborazione con il Dipartimento per la trasformazione digitale, gli atti che definiscono le modalità per la classificazione dei dati e dei servizi pubblici e i requisiti per le tipologie di qualificazione dei servizi cloud della PA.

Ai fini della classificazione, le PA potranno usufruire di un apposito modello semplificato tramite una piattaforma digitale messa a disposizione dal Dipartimento che permetterà inoltre il suo invio all'Agenzia per la cybersicurezza nazionale per la validazione della corretta applicazione della metodologia.

Il modello, semplificato e uniforme, è pensato per facilitare il settore pubblico nella procedura di classificazione. Le amministrazioni potranno compilare un questionario on-line e, una volta completato, inviarlo all'Agenzia per la cybersicurezza nazionale per la validazione.

Predisposto anche l'aggiornamento dei requisiti aggiuntivi di qualità, sicurezza, performance e scalabilità, che i servizi cloud devono soddisfare secondo le quattro tipologie di qualificazione contenute nella Strategia Cloud Italia.

L'Italia è tra i primi Paesi europei ad adottare un modello di classificazione di dati e servizi della PA per il cloud, un passaggio fondamentale per attuare il processo di migrazione previsto dalla strategia nazionale.

Gli atti fanno seguito alle disposizioni del Regolamento per i servizi cloud, pubblicato dall'Agenzia per l'Italia Digitale (AgID) a dicembre 2021, che definisce i requisiti minimi per le infrastrutture digitali, le caratteristiche e le modalità di qualificazione e migrazione dei servizi cloud. Le attività per la qualificazione dei servizi cloud delle pubbliche amministrazioni, svolte attualmente da AgID, restano attive fino al passaggio ufficiale di competenze e funzioni all'Agenzia per la cybersicurezza nazionale.

Il percorso delineato ha l'obiettivo di regolamentare, semplificare e uniformare, dal punto di vista tecnico e amministrativo, l'acquisizione di servizi cloud da parte delle amministrazioni. 

La Strategia Cloud Italia, realizzata dal Dipartimento per la trasformazione digitale e dall'Agenzia per la cybersicurezza nazionale, contiene gli indirizzi strategici per il percorso di migrazione verso il cloud di dati e servizi digitali della Pubblica Amministrazione. Il documento illustra i criteri di classificazione di dati e servizi e le caratteristiche della infrastruttura ad alta affidabilità (Polo Strategico Nazionale) che ospiterà i servizi strategici e critici.

Il documento traccia un percorso guidato per accompagnare circa il 75% delle PA italiane nella migrazione dei dati e degli applicativi informatici verso il cloud in coerenza con gli obiettivi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Consulta gli atti dell'Agenzia per la cybersicurezza nazionale:

Valenzano, 24 gennaio 2022

 

 


Tutte le notizie

Il portale di InnovaPuglia offre un quadro sull'innovazione ICT (Information Communication Technology) in Puglia. Per rimanere sempre aggiornati è possibile iscriversi  al portale e al servizio di distribuzione della newsletter e ricevere, direttamente sul proprio desktop, informazioni su servizi, linee guida, normative, gare, ed eventi. Buona navigazione. La Redazione

Il PNRR, INNONETWORK E INNOLABS

 

"Il PNRR e i bandi di aiuti della Regione Puglia  Innonetwork e Innolabs: tra politiche dell'innovazione e modelli di sviluppo economico", a cura di InnovaPuglia, è una elaborazione originale sui risultati dei due progetti di investimento per l'innovazione delle imprese affidati all'Organismo intermedio della Società in house.

I risultati dei due interventi Innolabs e Innonetwork sono stati analizzati raggruppandoli secondo una matrice di correlazione tematica organizzata per  cluster -  Salute, Ambiente, Agroalimentare, Industria creativa - e sono stati rapportati, sottolineandone le convergenze, alle missioni del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza,  che definiscono le condizionalità abilitanti per la programmazione del FESR 2021-2027.

Nel volume sono descritti in maniera analitica i dati di ogni singolo progetto, il partenariato coinvolto, i risultati attesi e gli obiettivi conseguiti, le aree di innovazione tecnologica interessate e le keyword utili per successive elaborazioni.

Scarica il documento  (file 6785.0 KB)

 

ARCHIVIO STORICO INNOVAPUGLIA

ARCHIVIO STORICO

Piani di attività - presentazioni - Video di InnovaPuglia

ARCHIVIO NEWS E NEWSLETTER 

Per ricercare un numero precedente della newsletter o una notizia in particolare