« Indietro

PUBBLICATO IL REPORT SULLA STANDARDIZZAZIONE DEL CLOUD COMPUTING

Un altro passo verso una strategia europea di sviluppo del Cloud Computing.

 

"La semplificazione di norme e certificazioni può svolgere un ruolo importante nello sviluppo di un mercato emergente, come quello del cloud computing" ha commentato sul suo blog Neelie Kroes, vicepresidente della Commissione Europea, responsabile per l'Agenda Digitale. Era questo l'intento con cui la Commissione ha chiesto a ETSI l'European Telecommunications Standards Institute di redigere una mappatura dettagliata degli standard necessari per supportare una serie di obiettivi strategici per la strategia europea per il cloud computing, lanciata poco più di un anno fa, che mira a creare 2,5 milioni di nuovi posti di lavoro con un aumento del PIL dell'UE pari a 160 miliardi di euro entro il 2020 (vedi nostra notizia ndr).

La scorsa settimana è stato consegnato il rapporto finale sul lavoro svolto che comprende: un'analisi sui principali aspetti connessi alla standardizzazione del cloud computing e la definizione dei ruoli degli attori in gioco; la raccolta e la classificazione di oltre 100 varianti di possibile utilizzo dei servizi di cloud computing; la lista di circa 20 organizzazioni con competenze specifiche in materia; la catalogazione di circa 150 documenti contenenti standard, specifiche, rapporti e 'white Paper'; e, soprattutto, la  classificazione delle attività che devono essere intraprese su tutto il ciclo di vita del Cloud Service, da parte di fornitori e utenti.

L'ambizione finale della Commissione è costruire un mercato unico per il cloud computing, per rilanciare la domanda, da parte del settore pubblico, in particolare, e la crescita dell'offerta, attraverso investimenti in ricerca e innovazione. La standardizzazione delle norme va in questa direzione e, attraverso un lavoro completamente trasparente, aperto a tutte le parti interessate, offre una serie di raccomandazioni sulla via da seguire.

"Il cloud computing ha guadagnato slancio e credibilità, generando così nuove offerte e richieste di servizi sempre più complessi - dice Luis Jorge Romero, direttore generale di ETSI - in questa prospettiva, la standardizzazione è vista come un forte fattore di sviluppo, per investitori e clienti, e può contribuire ad aumentare la sicurezza e garantire l'interoperabilità, la portabilità dei dati e la loro reversibilità".

ETSI è una organizzazione indipendente senza fini di lucro, a cui partecipano più di 700 aziende e organizzazioni, provenienti da 62 paesi in 5 continenti, in tutto il mondo. Produce standard globalmente applicabili per le Tecnologie dell'informazione e delle Comunicazioni (TIC), ufficialmente riconosciuti dall'Unione Europea.

Scarica il report finale

Valenzano, 13 gennaio 2014

 


Il portale di InnovaPuglia offre un quadro sull'innovazione ICT (Information Communication Technology) in Puglia. Per rimanere sempre aggiornati è possibile iscriversi  al portale e al servizio di distribuzione della newsletter e ricevere, direttamente sul proprio desktop, informazioni su servizi, linee guida, normative, gare, ed eventi. Buona navigazione. La Redazione

 

 

Per scaricare il documento InnovaPuglia 2015 clicca qui (File Mb 4,5)

Calendario eventi

Security framework




Piano industriale 2015 - 2017

Archivio Newsletter e news

InnovaPugliaNews è la newsletter informativa a cura del Servizio Comunicazione di InnovaPuglia. Per ricevere la Newsletter direttamente sul tuo desktop è necessario iscriversi al portale. Se non sei già un utente registrato clicca qui. Per ricercare un numero precedente della newsletter o una notizia in particolare accedi alla pagina di archivio.

 Ricerca in tutto il portale 

Foto Video Slide