Soggetto Aggregatore  della regione Puglia SArPULIA

www.empulia.it

 

Al fine di perseguire gli obiettivi di finanza pubblica e di trasparenza, regolarità ed economicità della gestione dei contratti pubblici, la Regione Puglia  ha designato la società in house InnovaPuglia S.p.A. quale soggetto aggregatore della regione Puglia (legge regionale 1 agosto 2014, n. 37).

InnovaPuglia, nella sua qualità di centrale di committenza regionale -  costituita ai sensi del dell'articolo 1, comma 455, della legge 27 dicembre 2006 n. 296 - e di centrale di acquisto territoriale  - ai sensi dell'articolo 33 del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163 (attuazione dell'articolo 9, comma 5, del decreto legge 24 aprile 2014, n. 66 convertito con legge 23 giugno 2014, n. 89)  - potrà lavorare a favore del territorio per la promozione del processo di razionalizzazione dell'acquisizione di lavori, beni e servizi delle amministrazioni e degli enti aventi sede nel territorio regionale.

Nello specifico, il soggetto aggregatore della Regione Puglia gestisce le seguenti attività assegnate dell'articolo 20, comma 3, della legge regionale 1 agosto 2014, n. 37:

  1. Stipula di convenzioni quadro di cui all'articolo 26 della legge 23 dicembre 1999 n. 488 e accordi quadro di cui all'articolo 59 del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163;
  2. Gestisce sistemi dinamici di acquisizione ai sensi dell'articolo 60 del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163;
  3. Gestisce le procedure di gara, svolgendo le attività ed i servizi di stazione unica appaltante ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 giugno 2011, procedendo all'aggiudicazione del contratto; 
  4. Cura la gestione dell'albo dei fornitori "on line" di cui al regolamento regionale 11 novembre 2008, n. 22;
  5. Assicura lo svolgimento delle attività di committenza ausiliarie ai sensi della Direttiva 2014/24/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014 sugli appalti pubblici;
  6. Assicura la continuità di esercizio, sviluppo e promozione del servizio telematico denominato EmPULIA.

Tali attività sono svolte in favore delle strutture regionali, delle aziende ed Enti del SSR e, previa stipula di apposita convenzione (rif. DGR 25 novembre 2014, n. 2461), sono erogate anche a favore dei soggetti di cui all'articolo 20, comma 5, della legge regionale  1 agosto 2014, n. 37:

  • Enti e agenzie regionali;
  • Enti locali, nonché loro consorzi, unioni o associazioni;
  • Ulteriori soggetti interessati di cui all'articolo 32 del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163.

Con DGR n. 2256 del 17 dicembre 2015 sono state definite le modalità operative per gestire le categorie merceologiche e le soglie di cui all'art. 9 comma 3 del citato dl 66/2014 per gli Enti del SSR.

Nel corso del 2015 con EmPULIA sono state indette 4.067 procedure telematiche, per un importo complessivo posto a base d'asta di oltre 825 milioni di Euro (nel corso del 2014 tale complessivo era stato di 245 milioni di Euro), di cui circa 737 milioni a carico degli Enti del SSR (nel 2014, erano circa 222 milioni di Euro).

Pubblicato il 28/05/2015 - Ultima modifica 11/01/2016