AVVISO

TUTTE LE INFORMAZIONI RELATIVE AGLI AVVISI PUBBLICI DI SELEZIONE PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIE FINALIZZATE ALL'ASSUNZIONE DI PERSONALE CON CONTRATTO DI LAVORO SUBORDINATO A TEMPO DETERMINATO PRESSO INNOVAPUGLIA SPA  (pubblicati in data 20 settembre 2017) SONO DISPONIBILI A QUESTO LINK

« Indietro

STRATEGIA ITALIANA PER LA BUL

 

 

Martedì 25 maggio nella prima riunione del Comitato interministeriale per la transizione digitale è stata varata la strategia "Verso la Gigabit Society".

La strategia italiana per la Banda Ultralarga definisce le azioni necessarie al raggiungimento degli obiettivi di trasformazione digitale indicati dalla Commissione europea nel 2016 e nel 2021 – rispettivamente con la Comunicazione sulla Connettività per un mercato unico digitale europeo e la Comunicazione sul decennio digitale con la quale ha presentato la visione, gli obiettivi e le modalità per conseguire la trasformazione digitale dell'Europa entro il 2030.

Sono 4 i punti chiave sui quali si sviluppa la strategia:

  1. Le competenze digitali;
  2. La digitalizzazione dei servizi pubblici;
  3. La trasformazione digitale delle imprese;
  4. La realizzazione di infrastrutture digitali sicure e sostenibili.

Nel Piano nazionale di ripresa e resilienza italiano (PNRR) sono destinate alla transizione digitale il 27% delle risorse, di cui 6,7 miliardi di euro per progetti per la banda ultralarga.

La strategia - in sostanziale continuità con quella varata dal Governo nel 2015 – ha come obiettivo il completamento del piano di copertura delle aree bianche e delle misure a sostegno della domanda già avviate (c.d. voucher) e prevede cinque ulteriori piani di intervento pubblico per coprire le aree geografiche in cui l'offerta di infrastrutture e servizi digitali ad altissima velocità da parte degli operatori di mercato è assente o insufficiente, e si prevede lo sarà anche nei prossimi anni.

L'investimento sarà accompagnato da un percorso di semplificazione dei processi autorizzativi per velocizzare la diffusione delle infrastrutture sul territorio e da aggiornamenti della normativa che riconoscano le infrastrutture ad altissima velocità fisse e mobili come strategiche.

Considerata la valenza strategica che gli interventi in esame assumono, in modo trasversale, per tutti i settori dell'economia, l'attuazione di ciascun Piano di intervento richiede la condivisione e il coordinamento tra diverse Amministrazioni centrali e locali e il coinvolgimento dei soggetti che a vario titolo sono deputati all'attuazione degli stessi Piani. Tale coordinamento vede la propria sede principale nel Comitato interministeriale per la transizione digitale (CITD), istituito con il Decreto-Legge n. 22 del 1° marzo 2021 e presieduto dal Ministro per l'Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale. Lo stesso Decreto-Legge attribuisce al Ministro le competenze in materia di promozione, indirizzo e coordinamento delle azioni del Governo in materia di attuazione dell'agenda digitale italiana e della Strategia italiana per la banda ultralarga.

Sarà invece la Segreteria tecnica del CITD ad attuare le deliberazioni del Comitato e a promuovere e rafforzare le competenze degli stakeholder coinvolti nell'attuazione.

Alla fine di marzo del 2021 solo il 55% delle famiglie è coperto da una rete con velocità superiore a 100 Mbit/s, e poco meno del 23% è coperto con una rete in grado di fornire velocità ditrasmissione in download fino a 1 Gbit/s.

Livello di copertura NGA e non NGA al 31 marzo 2021 (dati della broadband map AGCOM)

L'obiettivo concreto della Strategia, così come indicato nel PNRR, è di portare la connettività a 1 Gbit/s su tutto il territorio nazionale entro il 2026, in anticipo rispetto agli obiettivi europei fissati al 2030.

L'intera strategia si compone, quindi, di sette interventi, due dei quali già in corso e cinque nuovi:

  1. Piano "Italia a 1 Giga";
  2. Piano "Italia 5G";
  3. Piano "Scuole connesse";
  4. Piano "Sanità connessa";
  5. Piano "Isole Minori".

Il valore complessivo degli interventi previsti nella Strategia e finanziati dal PNRR ammonta a 6,7 miliardi, ripartiti tra i diversi Piani come indicato nella tabella seguente.

 

PIANO

AREE DI INTERVENTO

PNRR

1

ITALIA A 1 GIGA

Aree nere e grigie NGA

3.863,5

2

ITALIA 5 G

a)  Corridoi 5G

420

 

 

b)  5G ready strade extra urbane

600

 

 

c)   Aree no 4G / 5G

1.000

3

SCUOLE CONNESSE

 

261

4

SANITÀ CONNESSA

 

501,5

5

ISOLE MINORI

Aree bianche NGA

60,5

 

 

TOTALE   

6706,5

 

Tempistiche dei Piani previsti nel PNRR per lo sviluppo delle reti ultraveloci

Scarica il documento strategia "Verso la Gigabit Society"

Valenzano, 4 giugno 2021

 

 


 

Tutte le notizie

Il portale di InnovaPuglia offre un quadro sull'innovazione ICT (Information Communication Technology) in Puglia. Per rimanere sempre aggiornati è possibile iscriversi  al portale e al servizio di distribuzione della newsletter e ricevere, direttamente sul proprio desktop, informazioni su servizi, linee guida, normative, gare, ed eventi. Buona navigazione. La Redazione

Calendario eventi

WIRED DIGITAL DAY 2020




Piano industriale 2015 - 2017

Archivio Newsletter e news

InnovaPugliaNews è la newsletter informativa a cura del Servizio Comunicazione di InnovaPuglia. Per ricevere la Newsletter direttamente sul tuo desktop è necessario iscriversi al portale. Se non sei già un utente registrato clicca qui. Per ricercare un numero precedente della newsletter o una notizia in particolare accedi alla pagina di archivio.

 Ricerca in tutto il portale 

Foto Video Slide