AVVISO

TUTTE LE INFORMAZIONI RELATIVE AGLI AVVISI PUBBLICI DI SELEZIONE PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIE FINALIZZATE ALL'ASSUNZIONE DI PERSONALE CON CONTRATTO DI LAVORO SUBORDINATO A TEMPO DETERMINATO PRESSO INNOVAPUGLIA SPA  (pubblicati in data 20 settembre 2017) SONO DISPONIBILI A QUESTO LINK

FORUM PA 2019 - APPROFONDIMENTO

APPROFONDIMENTO

 

Molti gli appuntamenti che hanno affrontato nel dettaglio con workshop. convegni, tavoli di lavoro, sedute di accademy tutti i temi più caldi del processo di digitalizzazione della PA nei tre giorni della manifestazione svolta dal 14 al 16 maggio al Roma Convention Center "La Nuvola" .

Tra di essi segnaliamo:

La presentazione dell'indagine sul pubblico impiego presentata in apertura di FORUM PA 2019 che ha sottolineato il calo di quasi 200.000 persone negli ultimi 10 anni, insieme a un divario della spesa sul personale PA per cui ciascun dipendente in Italia costa in media 49.000 euro l'anno, meno dei 50.000 dei francesi e tedeschi, più di quelli inglesi (43.000) e spagnoli (40.000) ma con una retribuzione media dei dipendenti pubblici di 34.500 euro, sostanzialmente invariata dal 2009. Preoccupante l'invecchiamento dei dipendenti pubblici con un'età media di 50,6 anni  L'applicazione della quota 100 fa stimare un'uscita di 100 mila unità di personale dalla sanità e 204 mila nella scuola nell'arco di 3-4 anni, potrebbe essere un'occasione di ringiovanimento a patto di trovare le risorse: si stima che per abbassare di un solo anno l'età media servirebbero 9,7 miliardi di euro e assumere 205 mila giovani. Infine la formazione, a fronte di un aumento del 24% negli ultimi 10 anni del numero di laureati nella PA (nel 2017 sono 1,3 milioni e rappresentano il 39,4% del totale) si registra un investimento in formazione quasi dimezzato (-46%) che ammonta a 49 euro per dipendente pubblico, in media solo 1,04 giorni di formazione l'anno.La Seconda conferenza nazionale dei Responsabili della Transizione Digitale, una giornata organizzata da AGID dedicata all'approfondimento del  Piano Triennale e delle sfide per la crescita digitale, al dialogo e al lavoro collaborativo per far emergere fabbisogni, esigenze e indicazioni su alcuni temi chiave della trasformazione digitale del Paese.

Le interviste di Carlo Mochi Sismondi, a Cristiano Cannarsa, Amministratore Delegato Consip Teresa Alvaro, Direttore Generale AgID, Angelo Buscema, Presidente della Corte dei Conti e Luca Attias, Commissario Straordinario per l'attuazione dell'Agenda Digitale della  Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L'AD di Consip, Cristiano Cannarsa,  ha sottolineato che la vera sfida in Italia è aggiudicare le gare per la PA. Nel 2018 sono stati aggiudicati da Consip 248 lotti (media 140 negli anni precedenti) e si è lavorato nell'efficientamento in particolare delle commissioni di gara.  Il problema, quando si approccia all'innovazione, è come comprare soluzioni e non prodotti riuscendo a fare entrare nel sistema anche le piccole e medie imprese. Ma, sostiene Cannarsa, non è solo il procurement il problema. Spesso le amministrazioni non riescono a pensare progetti idonei e persino le imprese che si aggiudicano i lotti non sono sempre adeguate alle sfide. Quindi, la soluzione è innalzare la qualità delle skill professionali che devono essere in grado di sviluppare progetti innovativi e dare vita a partnership innovative pubblico-private. La digitalizzazione può aiutare, a patto di sfidarsi seriamente per il rinnovamento. Così l'AD di Consip ha chiuso con una provocazione immaginando nel futuro prossimo la gara digitale in cui  le commissioni di gara sono sostituite con strumenti di machine learning o di intelligenza artificiale muovendosi verso una "gara senza conducente".

Teresa Alvaro, Direttore Generale AgID, ha invece commentato la presentazione predisposta da Forum PA sul Piano triennale sottolineando che per fare affermare la digitalizzazione della PA è necessario che i progetti di trasformazione digitale diventino obiettivi strategici per la PA. È necessario anche che tutti gli attori siano e si sentano protagonisti del processo. Infine il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi previsti dal Piano non può prescindere da una continua e fattiva partnership tra mondo pubblico e mondo privato. Una nuova alleanza che, partendo dalla necessaria rivisitazione delle modalità di procurement pubblico, sia in grado di garantire la condivisione strategica degli obiettivi e orientare un utilizzo più sapiente e mirato delle risorse finanziarie destinate all'innovazione. Per questo il Piano triennale sarà sempre più modulato affinché sia in grado di parlare a tutte le componenti - cittadini, imprese, PA – utilizzando per ciascuno il loro linguaggio. Tutto questo non può prescindere da una fattiva collaborazione con le Regioni e gli enti sul territorio, facendosi guidare dal principio che 'chi è più avanti traini tutto il resto'. Dunque AGID sta pensando anche ad azioni che stimolino l'intervento di innovazione, come ad esempio il progetto ONCE - Osservatorio nazionale della crescita digitale - che ha l'obiettivo di applicare il principio ‘once – una volta per tutte' individuando indicatori trasversali e verticali per far crescere il nostro rating di digitalizzazione e al cui raggiungimento dovranno mirare i responsabili Td che saranno valutati su questo (ad es.: quanti utilizzano SPID, PAGO pa, ecc). Non è un problema di risorse. Se è vero che ci sono 11 miliardi in 7 anni per il processo di digitalizzazione, come dichiarato in mattinata da Luca Gastaldi Direttore Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano e ricordato da Mochi,  AGID sta lavorando, anche insieme all'agenzia della coesione, affinché si lavori al massimo coordinamento dei progetti, senza duplicazioni o sprechi valorizzando al massimo gli investimenti.. Infine la qualità del fattore umano: il tema è cruciale. Si tratta di investire su una congrua cultura manageriale, anche costruendo insieme alla CRUI percorsi accademici idonei a far crescere le professionalità per avere una classe manageriale della PA adeguata.

Vai all'informazione sull'intera manifestazione 

Vai a Forum pa 2019

Valenzano, 17 maggio 2019

 

 


 

Tutte le notizie

Il portale di InnovaPuglia offre un quadro sull'innovazione ICT (Information Communication Technology) in Puglia. Per rimanere sempre aggiornati è possibile iscriversi  al portale e al servizio di distribuzione della newsletter e ricevere, direttamente sul proprio desktop, informazioni su servizi, linee guida, normative, gare, ed eventi. Buona navigazione. La Redazione

InnovaPuglia 2014 - 2018

InnovaPuglia 2008-2018: dieci anni

InnovaPuglia 2015

I primi due anni

PIANO INDUSTRIALE 2018-2020

Calendario eventi

Tech Companies Lab 2019




Archivio Newsletter e news

InnovaPugliaNews è la newsletter informativa a cura del Servizio Comunicazione di InnovaPuglia. Per ricevere la Newsletter direttamente sul tuo desktop è necessario iscriversi al portale. Se non sei già un utente registrato clicca qui. Per ricercare un numero precedente della newsletter o una notizia in particolare accedi alla pagina di archivio.

 Ricerca in tutto il portale 

Piano industriale 2015 - 2017

Foto Video Slide